Il rientro dalle vacanze può essere traumatico

Se il rientro al lavoro ti provoca il mal di pancia, considera che anche per la scuola può essere la stessa cosa.

Il rientro dalle vacanze può essere traumatico

Evita di convincere i tuoi figli che tutto andrà benissimo e che a scuola si divertiranno: a volte le giornate possono rivelarsi difficili. Cosa consigliano gli esperti? Meglio essere sinceri e dare la possibilità a tutti di esprimere liberamente le proprie emozioni.

I bambini hanno trascorso gli ultimi tre mesi all'aria aperta, a giocare liberamente e con orari diversi dai soliti, quindi il ritorno a scuola e alle altre attività invernali potrebbe essere traumatizzante, evita di rientrare all'ultimo minuto e trascorri gli ultimi giorni di vacanza a casa con i bambini cercando di riabituarli gradualmente agli orari di sonno-veglia e dei pasti, in modo che non avvertano troppo la differenza i primi giorni di scuola.

Alterna qualche attività in casa, come la lettura o gli ultimi compiti per le vacanze, a una passeggiata all'aria aperta nel parco oppure un giro in bici con tutta la famiglia.

Organizzati in anticipo per l'acquisto dei libri scolastici, questo ti aiuterà ad allentare lo stress e a cercare anche qualche occasione, ad esempio libri usati da altri bambini l'anno precedente. Per il materiale scolastico invece, coinvolgi tuo figlio, sono i bimbi che devono usare righelli e quaderni, permettere loro di sceglierli li predisporrà meglio.

Per quanto riguarda la scelta delle attività extrascolastiche, ad esempio lo sport o le lezioni di musica, non sovraccaricare troppo il bambino, che abbia anche il tempo di riposare e annoiarsi. Scegli piuttosto insieme al piccolo un'attività che potrebbe piacergli e cerca il luogo più vicino a casa dove potrà praticarla. Correre a destra e sinistra rischia di rendere tutti più nervosi e stanchi..