Le albicocche: buone e salutari

L’albicocca è un frutto ricco di vitamine, soprattutto carotenoidi, vitamina A e C.

Le albicocche: buone e salutari

L’alta presenza di minerali come potassio, fosforo, sodio, ferro e calcio ne fa un valido supporto in casi di anemia, spossatezza, convalescenza; soprattutto il potassio aiuta nell’attività fisica, durante i mesi estivi.

E' blandamente lassativa a causa del sorbitolo, ma essendo ricca di acqua e fibre è comunque un valido aiuto per la regolarità intestinale.

Occorre ricordare che le vitamine A e C, di cui l'albicocca è ricca, hanno, tra le varie proprietà, anche una funzione antiossidante, quindi contrastano l’azione dei radicali liberi e proteggono l’organismo.

I semi, come anche quelli delle pesche, contengono tracce di acido cianidrico, quindi sono potenzialmente tossici, per quanto la medicina tradizionale orientale ne riconosca alcuni benefici.

Un etto di albicocche fresche è composto per circa l’86 per cento d’acqua, e per circa il 6,5 per cento di zuccheri. Le proteine rappresentano lo 0,4 per cento del peso totale, e le fibre l’1,5 per cento; i grassi non superano lo 0,1 per cento. Le calorie corrispondenti a un etto di prodotto fresco nella sua parte edibile sono circa 28. Tra i minerali il più presente è il potassio, 320 mg per etto, seguito da calcio, fosforo, sodio e ferro. Le vitamine contenute sono la A, in particolare abbondanza, e la C. Tra le altre sostanze, tiamina, riboflavina e niacina. .