Quando si viaggia all’estero è fondamentale poter contare su strumenti di pagamento efficaci e sicuri, che possano garantire soggiorni in totale tranquillità, sapendo di essere tutelati in qualsiasi transazione.

 

Proprio per l’importanza che hanno durante una vacanza, in particolare all’estero, i metodi di pagamento da usare devono essere scelti in modo molto attento facendo attenzione a tutte le caratteristiche..

 

Le principali soluzioni da considerare sono quelle che offrono alti livelli di ’affidabilità e che devono rispettare una serie di parametri quali:

 

  • Sicurezza
  • Tutela dei dati personali
  • Velocità
  • Tracciabilità costante
  • Transazioni controllate
  • Codici univoci di riconoscimento
  • Gestione dei pagamenti a portata di mano ed in qualunque momento
  • Collegamento diretto con l’ente erogatore del servizio
  • Supporto 24 ore su 24

 

Queste sono le principali caratteristiche che qualsiasi metodo di pagamento deve avere per garantire transazioni sicure, veloci e nel pieno rispetto della privacy.

 

Ma nello specifico, quali sono le tipologie usate all’estero?

E quali quelle maggiormente scelte rispetto ad altre?

I metodi di pagamento più utilizzati

Durante un viaggio bisogna tenere conto di diverse variabili, molte delle quali riconducibili alle diverse forme di pagamento che gli Stati richiedono per poter soggiornare e usufruire dei servizi messi a disposizione.

 

I sistemi principali e maggiormente conosciuti sono:

 

 

Il Bancomat o carta di debito risulta uno tra quelli più convenienti, soprattutto se utilizzato per prelievi in contanti all’interno di Paesi Extra Europei (fuori dalla UE).

 

D’altro canto per i pagamenti invece, risulta molto più congeniale una carta di credito o una carta prepagata che solitamente applica tassi ridotti a transazioni sotto la soglia di 100 euro.

 

L’utilizzo ed i costi di questi metodi inoltre dipendono anche dal luogo in cui ci si trova, dal momento che per le valute estere è sempre presente il tasso di cambio o valore di conversione tra la valuta della carta e quella locale (valore che cambia nel tempo e può essere controllato in tempo reale).

Cosa conviene utilizzare in vacanza?

Saper come gestire le proprie finanze, soprattutto in vacanza all’estero, è sicuramente il modo giusto per affrontare al meglio qualsiasi difficoltà in territorio straniero, dove non è possibile avere un pieno controllo delle variabili che possono intervenire durante tutto l’arco del soggiorno.

 

Infatti, è giusto optare per metodi di pagamento che siano veloci e sicuri, con un minimo impatto sia sulle transazioni in entrata che in uscita, e soprattutto con bassi costi di applicazione del servizio, che risulteranno decisamente più convenienti.

 

Solitamente sono scelte carte prepagate o di credito che prediligono metodi ricaricabili per avere maggiore liquidità, potendo anche essere facilmente bloccate in caso di furto o smarrimento.

 

Non è segreto che purtroppo perdere la propria carta sia uno dei rischi che devono essere contemplati quando si affrontano simili spostamenti, che dovranno essere sempre valutati opportunamente.

Vantaggi derivanti dall’utilizzo di carte di credito, debito o prepagate all’estero

Scegliere metodologie di pagamento che assicurino transazioni comode e veloci, deve essere una delle principali valutazioni da effettuare prima di acquistare o affidarsi ad una carta (di qualsiasi tipologia) per organizzare un viaggio all’estero.

 

Vi sono notevoli vantaggi utilizzando questi metodi:

 

  • Minori tassi di conversione e valuta (tassi di scambio vantaggiosi)
  • Convenienza per percentuale di transazioni effettuate
  • Velocità nelle transazioni (immediate)
  • Compatibilità con praticamente tutti i circuiti bancari internazionali (Visa/Mastercard)
  • Supporto immediato per furto o smarrimento (utile soprattutto per viaggio extra UE)
  • Blocco immediato (quando richiesto, anche a seguito di frode)
  • Facilità di utilizzo in qualsiasi contesto commerciale (buona adattabilità)
  • Sicurezza nel tracciamento contante e prelievi (sono costantemente monitorati)
  • Pagamenti digitali agevolati (non tutti gli Stati ne contemplano l’uso)
  • Commissioni ridotte (per transazione)
  • Prelievi concessi ove possibile (sempre disponibili)
  • Tetto di contante erogato giornalmente personalizzabile (in base alle vostre esigenze)
  • Bassi costi di gestione (mensilmente i costi sono decisamente convenienti rispetto ad altre metodologie)

 

Non è semplice scegliere quello giusto infatti, che nello specifico dovrà essere non solo utile, ma anche adatto al contesto in cui verrà utilizzato, poiché non tutti i luoghi sono uguali, favorendo circuiti Visa o Mastercard considerati più sicuri e veloci.

 

Sono i più diffusi, soprattutto per favorire lo scambio di moneta internazionale attraverso una vasta rete in tutto il mondo, tale da garantire a tutti i loro clienti un supporto in qualsiasi momento.

 

Infine è consigliato informarsi preventivamente sugli svantaggi e vantaggi di ognuna di esse, facendo particolare attenzione che il metodo scelto sia idoneo e in linea con le normative del luogo in cui si troverà a soggiornare.