Meizu Pro 7: selfie fantastici

Lo smartphone è, insieme al Pro 7 Plus, il top di gamma dell’azienda cinese che sul suo sito web presenta con u n prezzo di listino di 499,99 euro .

Meizu Pro 7: selfie fantastici

Su Amazon lo si può trovare però sotto i 350 euro.

Completamente in metallo, con vetro antigraffio, sia frontale sia posteriore, schermo SuperAmoled full HD da 5,2 pollici che offre neri profondi, ma pecca su luminosità e leggibilità all’aperto in giornate soleggiate. Il display aggiuntivo sul retro è touch, Amoled, da 2 pollici con una definizione di 240x536 pixel.

La funzione principale del display posteriore è quella di potersi scattare selfie di qualità utilizzando la doppia fotocamera da 12 megapixel ƒ/2.0, che permette l’effetto bokeh. Le foto sono di buon livello, sorprendenti in notturna, e probabilmente con un processore più potente si potrebbe ottenere molto di più da queste lenti nell’immediata e automatica post produzione via software.

La qualità video è discreta, manca però lo stabilizzatore.

Il processore del Pro 7 è un octa core Helio P25, da 1,6 GHz e una GPU Mali T880MP2. Ben 4 Gb di RAM, e la memoria interna arriva fino a 64 GB, non espandibile. Il carrellino estraibile in metallo, posto sul lato della scocca, contiene gli alloggiamenti solo per le due nano SIM. Il sistema operativo è Android, non ancora aggiornato all’ultima versione.

L’autonomia è molto buona, arrivando a sera con ancora il 20% di batteria, nonostante un uso intensivo di app di social network, 3 video di circa 4 minuti ciascuno su YouTube, e pressapoco 30 minuti di videogiochi.

Manca il chip NFC, ossia una connettività wireless bidirezionale a corto raggio, senza il quale, ad esempio, lo smartphone non è in grado di effettuare pagamenti, e non supporta i sistemi di bigliettazione elettronica. In conclusione, il Meizu Pro 7 è un buon telefono, ma definirlo top di gamma pare un azzardo. .