Non diciamo sempre no ai nostri figli

Nel meraviglioso mondo della famiglia, dei bambini e dei genitori, si parla tanto dei no che aiutano a crescere, ma che fine hanno fatto i sì? Sono molti i genitori che, a forza di dire di no ai bambini, disimparano a dire di sì e si lasciano schiacciare delle loro stesse paure.

Non diciamo sempre no ai nostri figli



Si dice di no per insicurezza, per buona creanza, per non far figuracce, perché è quello che ci si aspetta, per controllo.
Quando si dice sempre di no, lo si fa per paura. Infatti, se ci pensate bene, spesso ai no seguono anche delle previsioni di catastrofi: non correre perché inciampi, non saltare perché cadi, non andare sulle scale perché ti fai male. Così, piano piano, come la goccia scava la pietra, i no erodono la fiducia che i bambini hanno in loro stessi, li fanno essere paurosi e non li rendono veramente autonomi. I troppi no erodono anche la fiducia verso i genitori.

Imparate a dire di sì. Seguite la via della condivisione e non quella dello scontro. Vi renderà autorevoli.
Se il bambino vuole giocare con qualcosa con cui potrebbe farsi male, proponetegli un’alternativa più sicura: se saltare sul divano è pericoloso, saltate sul letto; se vuole disegnare sul tavolino del salotto, fategli vedere quanto è più bello disegnare sul foglio perché così lo potete portare con voi o incorniciare (e dategli comunque dei pennarelli lavabili :P); se vuole giocare a tutti i costi mentre voi dovete fare le pulizie o preparare la cena, coinvolgetelo nell'attività magari chiedendogli di passarvi gli stracci o di scegliere dal cestino le carote più belle.

Se il bambino sa che la vostra risposta è “sì” e che siete dalla sua parte, che condividete le sue scelte e che lo consigliate per fare ancora meglio, i no avranno più forza. Saranno pochi ma buoni, perché il bambino stesso saprà che se questa volta la mamma / il papà ha detto di no, è perché davvero quella cosa non va bene e fa stare male. E’ solo la cultura della condivisione che forma caratteri forti, personalità stabili e persone autonome..