Sindrome della testa che esplode

La sindrome della testa che esplode è un fenomeno più comune di quanto si pensasse, ma anche misterioso.

Sindrome della testa che esplode



A dispetto del nome, non si tratta affatto di emicrania, ma di una sensazione particolarissima che si verifica nella maggior parte dei casi poco prima di addormentarsi, causando così un brusco risveglio.

Le persone colpite dicono di percepire come il suono di un'esplosione, un colpo di pistola, o anche un fortissimo flash. Non a caso una piccola percentuale di soggetti ha dichiarato di aver visto anche l'apparizione di una luce che lampeggia.

Di solito accade una volta per notte, ma ci sono persone particolarmente predisposte che subiscono anche 6-7 interruzioni notturne.

Ora però uno studio pubblicato sul Journal of Sleep Research da parte di un team di ricercatori della Washington State University rivela che a soffrire del disturbo sono anche i più giovani.

È emerso che circa il 18 per cento di loro aveva sperimentato almeno una volta nella vita questo strano fenomeno. "Purtroppo, non sono disponibili per questa minoranza di individui trattamenti ben articolati empiricamente supportati", ha spiegato Brian Sharpless, autore principale dello studio.

Per quanto riguarda le cause, alcuni specialisti ipotizzano che il fenomeno sia legato alla riduzione dell'attività in determinate aree della Formazione Reticolare, che ha fra le sue funzioni ha quella di regolare lo stato di sonno e di veglia..