Uomini: troppa palestra rende le ossa fragili

Ad avere le ossa più fragili e a rischio di demineralizzazione, con l’avanzare dell’età, sono proprio gli uomini.

Uomini: troppa palestra rende le ossa fragili



Sembra che la causa principale sia la fissa di avere un fisico tonico e muscoloso che porterebbe gli uomini a esagerare con le sessioni in palestra, in questa maniera le articolazioni vengono esposte a un maggiore rischio di fragilità e rigidità.

«Si stima che per un uomo, dopo i 50 anni, il rischio di una frattura conseguente all’osteoporosi sia fino al 27 per cento maggiore rispetto a quello di ammalarsi di tumore alla prostata», spiega John A. Kanis, presidente IOF. «Eppure sono pochi gli investimenti sanitari per tutelare la salute di ossa, muscoli e legamenti.»

La fragilità ossea per vecchi, infatti il meccanismo di rigenerazione ossea può subire un rallentamento già prima dei 30 anni e innescare un lento e progressivo danno alle articolazioni che può manifestarsi anche dopo dieci o vent’anni.

L'esercizio fisico fa bene alle articolazioni purché non sia eccessivo e non le sottoponga a sforzi che potrebbero causare microtraumi o lesioni. Da tenere controllate anche la tavola e la bilancia: tra i principali fattori di rischio una dieta povera di calcio e vitamina D e un basso indice di massa corporea (BMI).

Da non dimenticare, anche alcol e fumo sono fattori predisponenti la fragilità ossea, così come l’abuso di alcuni farmaci (antiepilettici, antidepressivi), deficit di testosterone (ipogonadismo) e familiarità. .