Alternative naturali al lievito artificiale

Sono in tanti a non poter assumere cibi lievitati.

Alternative naturali al lievito artificiale

I lieviti sono un gruppo di funghi usati da secoli per la lievitazione del pane e la fermentazione delle bevande alcoliche. I lieviti sono prodotti naturali (anche se oggi in cucina si usano molto le polveri lievitanti cioè dei lieviti artificiali che funzionano generando anidride carbonica nell’impasto).

Esistono però molte alternative ali lieviti artificiali.

- Aceto di mele e bicarbonato: è una delle alternative più amate dai vegani. Il bicarbonato agisce come un buon agente basico per cui è uno dei più importanti componenti nella sostituzione al lievito classico. L’aceto di mele è invece usato come agente acido. Per realizzare questo lievito ci vogliono circa 10 g di bicarbonato di sodio e 80 ml di aceto di mele.

- Aceto bianco e bicarbonato: se aceto di mele e bicarbonato sono più usati per i dolci, aceto bianco e bicarbonato sono più usati per il salato.

- Succo di limone e bicarbonato: ottima alternativa al lievito classico. Si utilizzano 10 mg di bicarbonato di sodio e 70 ml di succo di limone.

- Yogurt e bicarbonato: un'associazione molto amata non solo in cucina ma anche per la cura della pelle e dei capelli. In cucina è preferita soprattutto per la preparazione dei dolci in quanto lo yogurt conferisce molta morbidezza e leggerezza. Si utilizza un vasetto di yogurt, sostanza acida del composto, e 10 mg di bicarbonato di sodio.

- Lievito madre: detto anche criscito, si ottiene facendo un impasto di acqua e farina che viene lasciato a lievitare naturalmente, cioè senza aggiunta di lieviti, per tre giorni. Durante la lievitazione si forma una microflora specifica che conferisce le proprietà alla pasta madre. Questa viene tenuta in vita grazie a rinfreschi cioè periodici impasti con acqua e farina..