Come conservare e disinfettare lo spazzolino per i denti?

Lo utilizziamo ogni giorno, perché è importate l'igiene orale e pulire bene i denti, ma sappiamo come conservarlo e anche come disinfettarlo? I batteri proliferano anche in questo indispensabile strumento quotidiano.

Come conservare e disinfettare lo spazzolino per i denti?

Basterà rispettare qualche semplice regola di buona igiene e il gioco sarà fatto, anche se alcuni sostengono che i denti possono essere puliti in soli 10 secondi:

Tanto per cominciare, è importantissimo conservare lo spazzolino con le setole verso l'alto. La posizione in cui viene riposto è importante affinché l'acqua scorra verso il basso e le setole possano asciugarsi e non restare umide. Poi, a meno che non si è in viaggio, lo spazzolino non dovrebbe essere conservato con il cappuccio protettivo. Il cappuccio infatti crea umidità e quindi favorisce la formazione di batteri. Infine, ultimo ma non ultimo, ricordatevi sempre di non mischiare il vostro spazzolino con quello degli altri della famiglia. Il contatto tra le setole favorirebbe la trasmissione di eventuali germi.

Dopo ogni utilizzo è necessario risciacquarlo con attenzione. Oltre a questo, per lavarlo, c'è l'opzione ammollo in aceto, che potrebbe non convincere tutti. Una buona alternativa potrebbe essere l'ammollo per una notte nel bicarbonato con una goccia di limone e acqua tiepida (almeno una volta a settimana). Ovviamente in entrambi i casi è assolutamente necessario un risciacquo accurato con l'acqua corrente prima di utilizzare lo spazzolino. Altra opzione è acquistare in farmacia prodotti appositi per la detersione dello spazzolino, i quali però non sono il classico colluttorio per l'igiene orale.

Infine un'opzione prevede una notte al fresco: una notte nel freezer, con la premessa che lo spazzolino sia asciutto prima di essere congelato. Ricordate comunque che è necessario cambiare lo spazzolino almeno una volta ogni 3 mesi, senza eccezioni!.