Il caffè è sconsigliato a chi soffre di gastrite

Il caffè rientra tra i primi posti nella lista degli alimenti sconsigliati in presenza di gastrite; la famosa bevanda è infatti dotata di proprietà eupeptiche.

Il caffè è sconsigliato a chi soffre di gastrite

Il caffè può favorire la digestione, poiché stimola la salivazione e la secrezione di succhi gastrici, grazie alla presenza di caffeina ed altre sostanze sinergiche.

L'effetto digestivo del caffè può essere particolarmente utile in presenza di dispepsie da ipocloridria (ridotta secrezione di acido cloridrico in ambiente gastrico).

Il caffè è controindicato in presenza di gastrite e ulcera peptica, poiché accentua l'insulto alla mucosa gastrica ritardandone l'eventuale riparazione. Inoltre, la caffeina è nota per la capacità di allentare la tenuta dello sfintere gastro-esofageo, che impedisce la risalita del contenuto gastrico nell'esofago; di conseguenza, il caffè non andrebbe consumato, o eventualmente sostituito con quello decaffeinato, e sempre con moderazione, in presenza di gastrite, reflusso gastroesofageo, ulcera peptica o esofago di Barrett.

Si noti che la caffeina è presente non solo nel caffè e in altre bevande o alimenti, ma anche in alcuni medicinali, ad esempio contro la cefalea. Altre metilxantine utilizzate nella prevenzione del broncospasmo (proprietà antiasmatiche di teofillina ed amminofillina) possono favorire la secrezione gastrica. Vomitare sangue che assomiglia a fondi di caffè (ematemesi), quindi digerito, è uno dei sintomi cardine di una grave gastrite accompagnata da ulcera gastrica.

Pasti troppo abbondanti, consumati troppo in fretta, senza masticare, associazioni alimentari scorrette; pomodori, cacao, spremute, succhi acidi, grassi cotti, fritture, pepe, peperoncino e spezie in genere sono considerati abitudini ed alimenti che predispongono alla gastrite. Completano il quadro dei fattori che favoriscono la comparsa di questo disturbo alcuni elementi di tipo psico-sociale, come forti stress, conflittualità interiori, forte spirito di competizione ecc..