Il cane va preparato all'arrivo in casa di un bebè

L’arrivo di un bimbo, forse l’evento più lieto in una famiglia, è sicuramente un momento di grandi cambiamenti e trasformazioni per il menage familiare.

Il cane va preparato all'arrivo in casa di un bebè

Tutti, adulti, piccini e animali, si devono adattare all'arrivo del neonato.

Ecco perché, come ci spiega Raffaella Gallo, istruttrice cinofila, è fondamentale preparare il cane per tempo alla nascita del bambino e al suo arrivo in casa, in modo da non avere problemi di gestione dopo, quando alle eventuali difficoltà si sommano anche la fatica e le insicurezze che i neogenitori si trovano a vivere quotidianamente.

Perché il cane “va preparato” all’arrivo del bimbo? Perché il cane – dice Raffaella - è una creatura molto abitudinaria, un po’ come i bambini. Inevitabilmente, l’arrivo di un nuovo membro della famiglia, per altro con tantissime “esigenze” inderogabili, può stravolgere non solo i ritmi e le abitudini degli adulti, ma anche quelli degli animali, che possono sentirsi abbandonati e poco considerati dai loro padroni. Con reazioni che non sono facilmente prevedibili.

Innanzitutto, per quanto possibile, bisogna cercare di conservare le abitudini del cane. Se, per esempio, è abituato a uscire due volte al giorno, al mattino e la sera, sarebbe bene continuare con questa prassi, eventualmente delegando ad altri la passeggiata o una delle due passeggiate.

Esiste una sorta di addestramento che si può fare già durante la gravidanza per abituare il cane all’arrivo del bambino. Si può cominciare, per esempio, mostrando e facendo interagire il cane con gli oggetti che saranno del bambino (eventuali giocattoli, culla, passeggino). A questo proposito sono molto utili le passeggiate con il cane utilizzando già il passeggino o la carrozzina. In modo da abituarlo a quella che poi, molto probabilmente, diventerà la prassi.

Igienicamente non ci sono particolari accorgimenti da prendere anzi, sembra che i bambini nati e cresciuti in contesti familiari in cui siano presenti animali, si ammalino meno e abbiano una maggiore resistenza al contagio da virus e batteri. .