Le uova sono un toccasana per il cervello dei bambini

Troppe volte le uova sono finite nel mirino per il loro quantitativo di colesterolo che è indubbiamente elevato: 5% (circa 200 mg/uovo) è sicuramente un quantitativo elevato, basti pensare che il fabbisogno quotidiano è stimato in 300 mg e che basterebbero quindi due uova per sforare alla grande questo limite.

Le uova sono un toccasana per il cervello dei bambini



Parallelamente però non va dimenticato che il tuorlo è ricco di acidi grassi insaturi, che contrastano il potere aterogeno del colesterolo. Regolando l’alimentazione della gallina è possibile aumentare ulteriormente la concentrazione di questi nutrienti essenziali; in particolare, inserendo nella dieta della gallina oli di pesce e di mais si determina un aumento della concentrazione di omega sei (acido linoleico), mentre aggiungendo oli di pesce e di lino l’uovo si arricchisce di omega tre.

A dirlo, uno studio della Brown School della Washington University di Saint Louis, pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition.

Nello specifico, i piccoli a cui vengono date a partire dai sei mesi di vita hanno più alti livelli nel sangue di colina, un nutriente che agisce come la vitamina B, e di acido docosaesaenoico, un acido grasso omega 3: entrambi svolgono ruoli vitali nello sviluppo e nella funzionalità del cervello.

Per arrivare a questa conclusione, i ricercatori hanno selezionato un campione di 160 famiglie con bambini di età compresa tra i 6 e i 9 mesi.

E' stato chiesto ai genitori di 83 bambini di dare da mangiare ai loro figlio un uovo al giorno per ben 6 mesi, così da capire quali effetti avrebbe potuto avere l’assunzione di tale alimento sull’organismo dei piccoli.

L’intera indagine è stata seguita dalla dottoressa Iannotti, di origini italiane.

Dalle analisi effettuate dopo sei mesi, sono fuoriusciti dei dati sorprendenti: rispetto a quelli del gruppo di controllo, i prelievi del campione hanno registrato un incremento sostanziale dell’acido docosaesaenoico e della colina, dovuto proprio all’assunzione di un uovo al giorno per un semestre.

“Come il latte o i semi, le uova sono progettate per supportare la crescita e lo sviluppo di un organismo e sono, quindi, densi nel contenuto di nutrienti” spiega l’ autrice principale dello studio. “Le uova – aggiunge- forniscono acidi grassi essenziali, proteine, colina, vitamine A e B12, selenio e altri nutrienti critici a livelli superiori o comparabili a quelli trovati in altri prodotti alimentari di origine animale, ma sono relativamente più accessibili“..