Segui iNews su Instagram

Si può bere vino in gravidanza?

Era il 1981 quando negli USA, fu annunciata la sindrome alcolica fetale (FAS), causata da un consumo di alcolici durante il periodo della gravidanza, non fu però specificato il limite entro cui la donna si sarebbe dovuta attenere per evitare possibili danni al feto.

Si può bere vino in gravidanza?



Il Dott. Richard H. Carmona, capo del servizio sanitario pubblico USA, nel 2005 dichiarò che con l’astinenza dall’alcol era possibile impedire la comparsa della FAS.

In seguito a queste divulgazioni, la comunità medica scientifica mondiale, ha suggerito che se consumato moderatamente, il consumo di alcol durante la gravidanza è poco dannoso, mentre se eccessivo, è pericoloso per lo sviluppo del feto, che potrebbe portare alla nascita di un figlio con disturbi dello sviluppo e problemi di apprendimento.

Ci sono altri studi che sono decisamente più netti e contrari all’assunzione di vino in gravidanza e che rimarcano come questo e l’alcol in generale, possa aumentare il rischio di aborto spontaneo.
Negli USA, i centri di controllo e prevenzione malattie affermano che nessuna quantità di alcol assunta in gravidanza sia sicura.

Analizzando la quantità di studi che sconsigliano di assumere alcol e quindi anche vino in gravidanza, una donna incinta dovrebbe, se possibile, evitarne del tutto l’assunzione, ma nel caso non si voglia completamente privarsene, altri studi concordano sul fatto che un bicchiere al giorno, nel secondo trimestre di gravidanza, non provocherebbe alcun danno al bambino..

Leggi le altre notizie
oppure scarica le nostre app